Oggi parliamo di Edwige Fenech, una delle protagoniste della commedia sexy all’italiana, genere in voga a cavallo tra gli anni ’70 e ’80.

Edwige nasce nel 1948 ad Annaba, una città portuale nell’allora Algeria francese, da padre maltese e da madre italiana. Si trasferisce all’età di quattordici anni, con la madre, a Nizza e li viene notata mentre passeggia per strada e le viene proposto di recitare nel film Toutes folles de lui di Norbert Carbonnaux.
che fine ha fatto edwige fenechPartecipa prima al concorso di bellezza Lady France, quindi a Lady Europa come rappresentante del suo paese. Pur non vincendo, viene notata da un produttore che le propone di girare in Italia, da protagonista, il film Samoa, regina della giungla; si trasferisce così in Italia.

Diventa quindi il principale sogno erotico degli italiani grazie a film che diventeranno poi dei veri e propri cult come “Giovannona Coscialunga disonorata con onore “, “Quel gran pezzo dell’Ubalda tutta nuda e tutta calda” o “La dottoressa del distretto militare” solo per citarne alcuni.

Dopo l’esperienza nel cinema sexy, nella seconda metà degli anni ’80 si è affermata anche in tv, arrivando a condurre persino nel 1991 il Festival di Sanremo.

In molti vi chiederete: “Che fine ha fatto Edwige Fenech?”

 

Ha fondato una società (Immagine e cinema) che si occupa di produzioni televisive e cinematografiche.

Tuttavia la Fenech non ha completamente abbandonato la recitazione. Nel 2012, infatti, è riapparsa nella miniserie televisiva “La figlia del capitano“, di cui è anche produttrice, recitando il ruolo di Caterina II di Russia.

Attualmente è impegnata nuovamente con la recitazione nella nuova miniserie prodotta da Rai Fiction “E’ arrivata la felicità” con protagonisti Claudio Santamaria e Claudia Pandolfi. Le riprese della fiction, iniziate lunedì 13 ottobre, proseguiranno fino a giugno del 2015.

Ha inoltre un figlio di nome Edwin, nato nel 1971, che ha collaborato con lei in alcune delle sue produzioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *